6 feb 2017

Percy Jackson, ovvero quando un paio di film distrussero un'intera saga (NO SPOILER)

Salve a tutti lettori della notte, oggi sto per scrivere un post che mi sta talmente a cuore da aver praticamente fracassato le pa... l'anima... a chiunque mi stia intorno e abbia avuto la sfortuna di attaccare bottone con me su questo tema.
Si, signori miei, perché di film di merda tratti da libri ne hanno fatti tantissimi, ma se distruggere un libro con un film fosse una gara alle olimpiadi, statene certi, i due film intitolati "Percy Jackson e il ladro di fulmini" e "Percy Jackson e il mare dei mostri" vincerebbero l'oro a mani basse, probabilmente doppiando tutti gli altri almeno un paio di volte!
Ma partiamo con ordine... cos'e "Percy Jackson" (a parte un figo da paura e probabilmente il personaggio piu bello di cui abbia mai letto/visto/parlato in vita mia)?
(di seguito potete vedere la prima saga e le sue stupende copertine, che Harry Potter levate proprio...)



LA SAGA
Percy Jackson si compone di cinque libri, piu altri cinque, piu svariati spin-off (si, Rick Riordan non smette di scrivere neppure quando dorme) e narra le vicende di questo ragazzo, inizialmente dodicenne, che scopre che i suoi disturbi dell'attenzione, la sua dislessia e i suoi problemi comportamentali non sono dovuti al fatto di essere un inguaribile piantagrane, ma sono i chiari sintomi che lo identificano come un semidio, ovvero un ragazzo nato da un mortale e un dio.
Il giovane Percy scoprirà infatti che gli dei greci esistono davvero e sono piu "attivi" che mai! Si sono trasferiti in America con tutto l'olimpo e compagnia bella e passano il tempo ad ingravidare (o farsi ingravidare), producendo un cospicuo numero di eredi... bella vita eh?
Ovviamente oltre agli dei ci sono tutte quelle creature leggendarie poco simpatiche come furie, gorgoni, chimere e tanta altra bella gente pronta a far fuori questi poveri ragazzini alla prima occasione.

I LIBRI
Se non si era ancora capito, la saga di "Percy Jackson" e tutti i seguiti più o meno collegati sono tra i miei libri preferiti in assoluto!
Riordan è un maestro nel far ridere a crepapelle, emozionare fino alle lacrime e far apprezzare la mitologia rispolverandola e rendendola epica, fresca e moderna. Come se non bastasse zio Rick (così è chiamato dai fan) ama implementare nelle sue storie personaggi di ogni tipo; è così che ci ritroviamo ad avere a che fare con personaggi di ogni orientamento sessuale, che tentano di trovare il loro posto nel mondo o lottano per affermarsi nella loro identità, musulmani o nativi americani, così come asiatici, tutti con le loro credenze e culture (spiegate benissimo, il che denota un lavoro di ricerca enorme) e di ogni tipo di nazionalità.
Zio Rick riesce a parlare di ogni tipo di tema, anche il più duro e pesante, senza però risultare pesante e con una tale naturalezza che non si può fare altro che amarlo o, quantomeno, apprezzarlo.

La saga inizialmente avrà dei toni più leggeri, adatti all'età dei protagonisti, ma già al terzo libro della saga si riesce a notare un cambiamento negli atteggiamenti, sintomo che i protagonisti (Percy, Annabeth e Grover) stanno maturando. Se poi ci spostiamo verso la seconda saga (intitolata "Eroi dell'olimpo") troviamo dei protagonisti adolescenti, molto più maturi e che tentano di destreggiarsi verso l'età adulta, con tutti i problemi che ne conseguono.

DIFFERENZE TRA LIBRI E FILM
Credetemi, farei prima ad elencare le differenze tra un armadio e una pantegana.
Se mi concentro abbastanza riesco quasi a sentire le voci dei pezzi di merda produttori/sceneggiatori al momento di prendere le decisioni.

TIZIO (che non ha mai letto il libro):"Allora, a questo punto prenderanno la macchina e guideranno fino a..."
CAIO:"Aspetta, dovrebbero avere dodici anni"
TIZIO:"Non fa nulla! Dodici, sedici... chi vuoi che se ne accorga!"

TIZIO:"Allora per il personaggio di Annabeth... Alexandra Daddario"
CAIO:"Ma non è bionda, Nel libro sembra una cosa piuttosto importante"
TIZIO:"Chi vuoi che se ne accorga!"
CAIO (sarcastico): "A questo punto scegliamo un attore di colore per Grover e siamo a posto!"
TIZIO (con le pupille dilatate): "Questa si che è una buona idea!!!"
CAIO:"..."



Ecco, per me tutte le scelte riguardanti il film saranno state prese più o meno così... o magari tirando i dadi!
Come se non bastasse, ma ovviamente lo immaginate già, modificare così tanto la trama (si, perché non sono stati stravolti solo i personaggi, ma anche la storia e la caratterizzazione di tutti) ha portato ad uno sconvolgimento tale che, nel secondo film tratto dalla saga gli sceneggiatori non hanno saputo più che pesci pigliare ed hanno creato un'accozzaglia di fatti che del titolo originale aveva poco e niente.
Unica nota positiva del film è la scelta di Logan Lerman, sempre troppo figo ed azzeccassimo nel ruolo di Percy.


Oh, Logan, smettila di guardarci così!

COSA NE PENSO...
Se i film non vi sono piaciuti... non preoccupatevi, fanno davvero pena! Se invece vi sono piaciuti sappiate che i libri da cui sono tratti sono centomiliardi di volte meglio e dovreste proprio leggerli.
La lettura è perfetta per un lettore adolescente, ma anche chi non lo è più (chi ha urlato "come te"?!) riuscirà comunque a strapparvi un sorriso e troverete comunque apprezzabilissima la trama e i temi trattati.
In cuor mio spero che tutti, prima o poi, leggano queste fantastiche saghe, che si innamorino di tutti i personaggi come ho fatto io e che capiscano quanto sia fantastico zio Rick, tanto da desiderare che pubblichi ogni cosa che scrive... compresa la sua lista della spesa!


Fatemi sapere se leggerete o avete già letto questi libri e cosa ne pensate... e anche se avete visto gli aborti colossali i film che hanno prodotto e se vi sono piaciuti o no!





Nessun commento:

Posta un commento

Recensione "Il principe prigioniero" - C.S. Pascat

Ciao a tutti! Era da tanto che non scrivevo un post... ho faticato a trovare il tempo (come sempre!) ma spero di farmi perdonare con questa ...