16 apr 2017

"13 reasons why"...you must watch!

Ho aspettato una settimana per scrivere questo post perché, credetemi, non ce la facevo proprio!
Le ultime quattro puntate le ho viste di fila ed è stato davvero uno sprofondare, scavare sempre più a fondo nel mio piccolo cuore come in apnea, fino ai titoli di coda del tredicesimo episodio che mi ha lasciato addosso una sensazione di ingiustizia immensa. Ma partiamo con ordine...



TRAMA
"13 reasons why" altri non è che la nuova serie targata Netflix che ha fatto letteralmente impazzire tutti.
La storia, tratta dall'omonimo libro, comincia in una scuola superiore americana in cui una ragazza Hannah Baker, si è appena tolta la vita lasciando nel più totale sconforto i genitori e i compagni di scuola, compreso il nostro protagonista, Clay.
Quest'ultimo, segretamente innamorato della ragazza, non riesce a capire il motivo di questo suo gesto finché, davanti alla porta di casa, non trova un pacco indirizzato a lui contenente delle musicassette in cui la stessa Hannah ha inciso i tredici motivi (e le tredici persone) che l'hanno condotta al suicidio.
Come potete vedere, le premesse per una serie memorabile ci sono e, statene certi, non resterete delusi.
In ogni puntata seguiremo Clay e ascolteremo insieme a lui le cassette, scoprendo che anche le persone più impensabili hanno contribuito al suicidio della ragazza.



IL BULLISMO E I PROBLEMI DEGLI ADOLESCENTI
Questa serie affronta tematiche dure da mandar giù, primo tra tutti il bullismo, affrontato in tutte le sue forme in un modo crudo, a volte anche portato al limite, ma credo che molti potrebbero rivedersi in almeno una delle disavventure capitate ad Hannah.
Un'altro caposaldo è di sicuro il problema dell'omologarsi e del sentirsi accettati, problema che sempre piú spesso affligge gli adolescenti ma non solo.

COSA NE PENSO...
Questa serie mi ha davvero segnata. Non è facile spiegare a parole la quantità di emozioni contrastanti che ho provato ad ogni episodio ma posso già affermare che "13 reasons why" diventerà una di quelle serie cult di cui si continuerà a parlare per molto tempo.
Mi piacerebbe che una serie del genere fosse vista dai ragazzi che frequentano la scuola, anzi, dovrebbe essere la scuola stessa a proiettarla, per sensibilizzare i ragazzi su tutti i temi trattati e sull'effetto che possono avere le nostre parole e le nostre azioni sugli altri.

Voi lo avete visto? Che ne pensate?
Fatemi sapere con un commento!
Ciao a tutti!!!



4 commenti:

  1. Anch'io l'ho amato, ma penso che tu lo sappia già! Finalmente sono riuscita anche a pubblicare la mia opinione sul blog. Sono contentissima che sia piaciuto anche a te comunque! <3

    RispondiElimina
  2. Waaaah, vado a leggere subito allora!!!!

    RispondiElimina
  3. io l'ho finito di vedere da poco.

    Che dire, io non faccio altro che pensarci, penso a quante situazioni ho vissuto anche io in quel periodo, a quanti compagni di scuola/classe simili ai personaggi della serie ho avuto.

    Mi ha colpito molto per l'idea di chissà quali azioni anche io ho effettuato che abbiano potuto rovinare in qualche modo quel periodo anche ad altri...

    La cosa assurda di questa serie è che è come se lei fosse morta veramente, come se la vicenda raccontata sia successa realmente, non so spiegare per bene questa situazione :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sai che ho avuto le tue stesse sensazioni?! Anche a me ha lasciato qualcosa dentro che non riesco a spiegare e trovo che sia una serie davvero ben fatta e profonda!

      Elimina

Recensione "Il principe prigioniero" - C.S. Pascat

Ciao a tutti! Era da tanto che non scrivevo un post... ho faticato a trovare il tempo (come sempre!) ma spero di farmi perdonare con questa ...